principali attrazioni

Viaggiando da Lucerna a Lugano il Gotthard Panorama Express attraversa questi luoghi salienti:

Lucerna

Popolare meta turistica tra storia e modernità. Il suo paesaggio urbano si contraddistingue in particolare per il Kapellbrücke, eretto nel 1356, e i magnifici hotel costruiti nel XIX secolo.

Rigi

La vetta panoramica più visitata della Svizzera, situata come una penisola fra il lago dei Quattro Cantoni e i laghi di Zugo e di Lauerz. Il Rigi è da tempo una rinomata meta escursionistica.

Grütli

Secondo la leggenda, è su questo prato idillico e appartato che la Confederazione Svizzera affonda le sue radici: nel 1291 i rappresentanti dei Cantoni primitivi giurarono sostegno reciproco e strinsero il cosiddetto «Patto del Grütli», proclamando la nascita della Svizzera.

Cappella di Tell sulla Tellsplatte, la roccia di Tell

La Cappella di Tell fu costruita tra il 1879 e il 1880 sulla riva del lago. Secondo la leggenda, in questo punto Guglielmo Tell saltò dalla barca del balivo Gessler per mettersi in salvo.

Flüelen

A Flüelen si effettua il cambio dal battello al treno panoramico del Gotthard Panorama Express. I primi battelli a vapore arrivavano a Flüelen già nel 1837, trasportando qualsiasi tipo di merce. Fino all’apertura della stazione nel 1882, le merci venivano scaricate dal battello e caricate su carri trainati da buoi, carri da trasporto, muli e cavalli. Il paesaggio si contraddistingue oggi soprattutto per il castello di Rudenz (XIII secolo) e la «chiesa vecchia» risalente al 1664.

Chiesa barocca di Wassen

A Wassen, la linea ferroviaria fa due curve a gomito. Questa tratta è famosa perché si passa per ben tre volte dalla famosa chiesa di Wassen che troneggia dall’altura.

Galleria del San Gottardo

La galleria del San Gottardo, lunga 15 chilometri, è l’opera centrale e più imponente della linea ferroviaria del San Gottardo, inaugurata nel 1882. La costruzione della galleria durò dal 1872 al 1882, e per i tempi si trattò di un capolavoro.

Galleria elicoidale

Viaggiando da Rodi-Fiesso (942 metri s.l.m.) a Biasca (293 metri s.l.m.) si scendono in totale 650 metri di quota in mezz’ora, attraversando due dislivelli (Piottino e Biaschina), ciascuno con due gallerie elicoidali.

Giornico

Nella Bassa Leventina le condizioni climatiche sono favorevoli alla viticoltura: come a Giornico, dove tra i vigneti si ergono tre chiese degne di nota.

Castelli di Bellinzona

I tre imponenti castelli di Bellinzona – Castelgrande, Montebello e Sasso Corbaro – furono edificati nel XV secolo dai duchi di Milano e successivamente conquistati dai Confederati. Oggi fanno parte del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO.

Lugano

Il viaggio si conclude a Lugano, città dal sapore mediterraneo. Il centro economico e turistico del Ticino vi stupirà per i numerosi edifici degni di nota, i sontuosi palazzi e i parchi curatissimi.

Ti piace questa storia?

EXTERNAL_SPLITTING_BEGIN EXTERNAL_SPLITTING_END